Giornata mondiale della pizza: le pizzerie novità da visitare

Il 17 gennaio ricorre il World Pizza Day, la giornata mondiale della pizza. Non un giorno a caso, ma 24 ore dedicate al prodotto italiano più amato nel mondo istituito dopo la nomina Unesco per “L’arte Tradizionale del pizzaiolo napoletano” del 2017
Giornata mondiale della pizza: le pizzerie novità da visitare

Ogni anno, in questa ricorrenza, sono numerosi gli eventi in tutto il mondo legati alla pizza (non solo napoletana) che permettono di festeggiare con maggiore enfasi la bontà di un piatto amatissimo. Tra pizze speciali e degustazioni, feste, post sui social e articoli dedicati, c’è solo l’imbarazzo della scelta.
Noi di Dolcesalato abbiamo deciso di selezionare le nuove pizzerie da visitare in questa occasione, indirizzi che rappresentano novità o realtà ancora poco conosciute da ispezionare sul territorio italiano. 

10 Pizzeria Diego Vitagliano Roma 

Apertura prevista per la prima settimana di febbraio 2023 per la pizzeria di Diego Vitagliano, la quarta dello stesso pizzaiolo dopo le sedi di Napoli e Pozzuoli, nonché l’apertura recentissima a Doha in occasione dei mondiali di calcio che si sono svolti in Qatar. Nel nuovo indirizzo di Via Flaminia 525 in zona Corso Francia ci sarà ampio spazio (interno ed esterno) per la pizza in tutte le sue declinazioni. Dalla friggitoria, alle pizze ripiene e quelle “scrocchiarelle”, oltre alle tonde nelle versioni classiche e senza glutine. A completare l’offerta anche mixology, aperitivi e apertura a pranzo. 

50 Kalò di Ciro Salvo 

Con l’arrivo di Ciro Salvo a Roma si conferma l’attenzione dei pizzaioli campani per la capitale, con il suo grande pubblico di turisti e locals. 50 Kalò in salsa capitolina è arrivata a luglio 2022 in Via Flavia, nei pressi di Piazza Barberini, a breve distanza anche dalla Stazione Termini. Con le sue ampie vetrate il locale offre una corposa carta delle pizze, anticipata da qualche fritto, birre e vini. Ogni pizza è abbinata a un olio d’oliva con cui condirla per accrescere i profumi e il gusto all’assaggio. 

DaV Milano 

Dopo l’apertura a Portofino e in molte altre sedi internazionali, la famiglia Da Vittorio è arrivata a Milano con una nuova insegna. Non solo pizza ma anche cucina e bevute all’interno della Torre Allianz per una proposta adatta al pubblico milanese. Il locale apre le porte a luglio 2022 con una carta che rispecchia alcuni classici della storia gastronomica della famiglia Cerea. A cui si aggiungono le pizze, con diversi impasti, che omaggiano Milano come nella Tonno Tonnata con Tataki di tonno, salsa tonnata al Martini e Capperi, oppure la storia dei Cerea, come nella Pizza Pacchero che richiama i famosi paccheri alla “Da Vittorio” col sugo. 

Sestogusto 

Proprio sul finire del 2022, il pizzaiolo Massimiliano Prete ha raddoppiato le sue location aprendo una seconda pizzeria a Torino, in Via Stampatori. Un’apertura molto desiderata e rimandata per due anni per ovvie ragioni. Come da tradizione di Sestogusto, in questa nuova pizzeria sono state portate tutte le ricette degli impasti firmate da Prete: la pizza croccante, quella speciale, la pala, la classica e il pizz’otto, la pizza soffice e alta realizzata con un impasto molto morbido servito a spicchi, leggermente friabile all’esterno e soffice all’interno. Non manca anche la degustazione di pizza, con alcuni dei cavalli di battaglia della pizzeria. 

Crunch 

Torniamo a Roma per l’apertura di una pizzeria romana, come annuncia il nome, in zona Talenti. Neon, orsacchiotti e fulmini condiscono un ambiente frizzante e giovane, con un ampio spazio esterno a fare compagnia a quello interno. La sfida ambiziosa è quella di affiancare i cocktail alla pizza con una drink list studiata e un bancone dedicato. Impasto croccante, sottile ma non sottilissimo, anticipato da una carta di fritti condiscono la ricca proposta. A chiudere un menu dei dolci che va oltre le solite ricette. 

Lievito Madre 

Annunciata per più di due anni, nel 2022 è arrivata una delle aperture più sospirate per Gino Sorbillo: quella a Torino. Qui nel primo trimestre del 2022 ha visto aprire la sua versione piemontese di Lievito Madre. All’interno arredamento iper-colorato e le pizze della scuola di Sorbillo ad accogliere i clienti. Nel lunghissimo menu, che come marchio di fabbrica vuole è la tovaglietta bianca e blu su cui riposano i piatti, ci sono pizze, fritti, antipasti, calzoni e insalate. 

Modus 

Sotto il nome di “Modus” va la pizza secondo Paolo De Simone, che è anche il sottotitolo della pizzeria. De Simone ha portato a Milano i prodotti e l’aria del magico Cilento, dopo essere uscito da un altro progetto di successo: Da Zero. Qui arrivano fritti, antipasti e pizze profumate e fragranti da condire con i sapori del Mediterraneo. In abbinamento anche i cocktail e che seguono lo stesso concetto di stagionalità delle pizze. 

Fonderì 

Arrivata proprio sul finire del 2021, Fonderì ha aperto a Napoli con le pizze di Carmine Pellone in un ambiente abbastanza giovane e con aspirazioni “glamour”. Diversi gli impasti proposti, tra cui la pizza alla pala, quella realizzata con impasto napoletano in stile “contemporaneo” e la pizza al padellino. Creative e fantasiose le farciture, con un occhio di riguardo per l’estetica. Non mancano antipasti, dessert e burger. 

Svario 

Da una squadra di giovani con alle spalle esperienze nel campo della ristorazione, nel 2022 ha aperto Svario a Roma nel quartiere Montesacro. La proposta si concentra sul mondo della pizza romana, bassa e croccante realizzata con il mattarello, con topping elaborati da sposare con i drink del bar. E per dare risalto alle bevute, c’è anche una carta dedicata agli aperitivi con fritti e piccole porzioni, come la conchetta, il tacos di pizza romana con farciture a piacere. 

Piedimonte 1.0 

A poca distanza da Messina, precisamente a Rodia, la nuova pizzeria di Enzo Piedimonte, aperta nell’estate del 2022, ha trovato casa. Una bella sfida per il pizzaiolo che cura le proposte di Casa Sanremo quella di portare la pizza di Napoli in terra sicula. Piedimonte 1.0 propone fritti, antipasti e le pizze con il cornicione alto, farcite di ingredienti della tradizione sicula in omaggio alla terra di approdo, in un mix simpatico tra Campania e Sicilia. 

Velo Pizzaioli Popolari 

Arrivata a portare una ventata di novità, Velo è la pizza romana contemporanea in quel di Latina. La creazione dell’impasto è stata curata da Luca Mastracci, pizzaiolo già noto per la sua insegna, Pupillo a Frosinone e Priverno. In menu troviamo una verticale di frittatine nell’ampio e goloso menu dei fritti. Poi pizze basse e scrocchiarelle , un “velo” di pizza” farcite con ricette tradizionali o più creative. 

© Riproduzione Riservata