La famiglia Cerea punta sulla chocolaterie con Davide Comaschi

Avviata una collaborazione con il pluripremiato chocolate designer, che al DaV Pastry Lab realizzerà speciali capsule collection. Si inizia con uova e praline per la Pasqua 2022
La famiglia Cerea punta sulla chocolaterie con Davide Comaschi

È un incontro di storie e talento quello annunciato dal Gruppo Da Vittorio. Prende il via, infatti, una nuova collaborazione con il chocolate designer Davide Comaschi, che al DaV Pastry Lab realizzerà speciali capsule collection.

“Ci sono sinergie che nascono da convergenze di intenti, da intime connessioni, dal desiderio di continuare a migliorarsi e trasformare opportunità in realtà. Con coraggio, determinazione e anche un pizzico di follia”. I protagonisti di questo gustoso sodalizio introducono così al nuovo corso. Perché se è vero che la famiglia Cerea del Gruppo Da Vittorio, premiata dalle tre stelle Michelin, propone da sempre dolcezze che appagano la vista e il palato, d’altro canto Comaschi è considerato tra i più solidi chocolate designer in attività, lavorando il cacao come un architetto e con la poesia di un gioielliere.

L’innesto dello scultore del cioccolato integra, dunque, la potenzialità di DaV Pastry Lab, il laboratorio delle dolcezze gestito dal maître patissier Simone Finazzi, mago dei lievitati, che ha creato tutte le ultime proposte di pasticceria del gruppo e che lavora con i Cerea da oltre 20 anni.

Collezioni made in Brusaporto

Il mondo del cioccolato per i Cerea non è una scoperta, bensì un approdo. “I dolci sono nell’anima della nostra famiglia – spiegano da Brusaporto e il cioccolato, con tutta la sua complessità interpretativa, ci affascina da sempre. Da tempo studiavamo come affinare ulteriormente l’arte del cioccolato e la partnership con Davide, indubbiamente uno dei più grandi professionisti in questo settore a livello mondiale, ci permetterà di raggiungere questo obiettivo”.

Comaschi ‘governerà’ il laboratorio di cioccolateria allestito al DaV Pastry Lab, dove libererà la sua creatività, combinandola con soluzioni tecnologiche avanzate, studiando modalità innovative per immergersi nel mondo del cioccolato: dalle ricette, al design e alle confezioni.

“È una gioia per me poter lavorare fianco a fianco con la famiglia Cerea – è il commento del chocolate designer arricchendo la loro proposta dolce con la mia esperienza nel mondo della chocolaterie, in totale libertà. Da quattro anni studiamo come articolare la nostra collaborazione e ora i tempi sono maturi per offrire nuove esperienze del gusto, ma anche per promuovere una cultura del cioccolato fuori dagli schemi classici”.

Dall’incontro tra le competenze nasce allora una serie di capsule collection che fondono estetica, design e gusto. La prima è quella dedicata alla Pasqua, con uova di cioccolato che diventano pezzi da collezione, affiancata da praline esotiche e tradizionali. Le linee studiate da Comaschi con la famiglia Cerea saranno disponili nel negozio del DaV Pastry Lab, alla Pasticceria Cavour di Bergamo e anche sull’e-commerce di davittorio.com.

Il medagliere di Comaschi

Davide Comaschi non ha bisogno di troppe presentazioni. Enfant prodige del mondo del cioccolato, apre la sua prima attività, a Milano, a soli 20 anni. Nel 2006 diventa Campione Italiano di Cioccolato under 26, nel 2008 vince 4 medaglie d’oro su 5 al Campionato Italiano di Cioccolato e nel 2011 conquista la medaglia d’argento alla Coupe du Monde de la Pâtisserie di Lione.

Il 2013 è un anno speciale: a gennaio 2013 viene proclamato Campione italiano di Cioccolateria, con medaglia d’onore del presidente della Repubblica, e in ottobre (a 33 anni) è il primo e unico italiano a essere insignito del titolo di campione del mondo al World Chocolate Masters di Parigi.

È poi il miglior pasticcere dell’anno nel 2014 e nel 2015, mentre nel 2016 diventa direttore della Chocolate Academy di Milano. Nel 2018 arriva il Guinness World Record per il panettone decorato di cioccolato più grande del mondo e nel 2020 riceve il titolo di Maestro d’Arte e Mestieri.

Oggi è membro del comitato scientifico della Scuola Internazionale ALMA.

Potrebbe interessarti anche: “UOVA DI PASQUA: LARGO ALLA CREATIVITÀ“.

© Riproduzione Riservata