Irca in trattativa per acquisire la divisione Sweet Ingredients del Gruppo Kerry

L'accordo avrebbe un controvalore di 500 milioni di euro. Per l'azienda lombarda di ingredienti da pasticceria e gelateria si tratterebbe della terza operazione dopo il cambio di proprietà, avvenuto ad aprile, con l'ingresso di Advent International
Irca in trattativa per acquisire la divisione Sweet Ingredients del Gruppo Kerry

Per Irca si profila un nuovo grande colpo, in grado di rafforzare la leadership della società di Gallarate (Varese) a livello internazionale. Il gruppo specializzato nel cioccolato, creme e altri ingredienti di alta qualità ha infatti annunciato di essere entrato in negoziazione esclusiva per l’acquisizione della divisione Sweet Ingredients di Gruppo Kerry.

L’operazione, dal controvalore di 500 milioni di euro, porterebbe in seno a Irca una forza produttiva ingente: quattro stabilimenti negli Stati Uniti (in Illinois, Kansas, Missouri, e California) e sei tra Regno Unito, Olanda, Germania e Francia. Il portafoglio prodotti comprende decorazioni e prodotti a base di cioccolato, inclusioni, variegati e puree di frutta. La stima per l’anno appena concluso dalla divisione Sweet Ingredients è di un fatturato di 410 milioni di euro con 40 milioni di ebitda, poco meno del 10% sul fatturato.

Terza acquisizione in sei mesi

Qualora l’operazione dovesse arrivare al closing, si tratterebbe della terza acquisizione da parte di Irca nel giro di pochi mesi, dopo il cambio di azionista di riferimento risalente allo scorso aprile, quando Advent International aveva rilevato la proprietà da Carlyle sulla base di una valutazione superiore al miliardo di euro.

A settembre, Irca aveva ottenuto dall’Antitrust il via libera all’acquisizione di due aziende specializzate nella lavorazione del pistacchio di Bronte, Anastasi e 2AEmme, mentre a luglio era stata annunciata l’acquisizione al 100% dell’azienda veronese Cesarin, specializzata in semilavorati per pasticceria e gelateria di alta qualità, tra cui compaiono i canditi per dolci lievitati e le amarene. Sempre a settembre, Irca aveva rafforzato il proprio management con l’ingresso del nuovo Ceo Massimo Garavaglia, già amministratore delegato del gruppo De’ Longhi, e con la presidenza affidata all’ex Ceo di Esselunga, Sami Kahale. 

Salto di qualità negli Usa

Per arrivare all’accordo, precisa il gruppo Irca, dovranno arrivare le necessarie autorizzazioni da parte delle autorità competenti e il completamento dell’iter di concertazione sindacale nelle giurisdizioni rilevanti. Il perfezionamento dell’operazione è previsto per la prima metà del 2023. La combinazione tra Irca e la divisione Sweet Ingredients di Kerry darà vita ad un leader globale nel settore degli ingredienti di alta qualità con un fatturato prossimo al miliardo di euro, un footprint produttivo globale e una presenza significativa negli Stati Uniti.

La divisione Sweet Ingredients vanta capacità produttive di alto profilo, tecnologie differenzianti e un team di talento, che condivide la nostra stessa passione e desiderio di offrire la massima qualità a clienti e consumatori finali, e che accoglieremo con gran piacere nel nostro Gruppo”, ha commentato in una nota il Ceo Massimo Garavaglia. Aggiungendo che: “La combinazione di Irca e della divisione Sweet Ingredients di Kerry ha un valore altamente strategico, grazie a due portafogli di prodotti e tecnologie fortemente complementari, e permetterebbe al Gruppo di consolidare la sua leadership globale”.

Francesco Casiraghi, Managing director di Advent International, ha aggiunto: Questa operazione rappresenta un passo fondamentale verso il nostro obiettivo di creare un leader globale nel settore degli ingredienti di alta qualità. Crediamo ci siano significative opportunità di lungo periodo derivanti da questa combinazione, e siamo felici di supportare il management nella futura fase di crescita del business.”

© Riproduzione Riservata