Amaury Guichon, il pastry chef più social

Altre novità per il blasonato giovane pasticciere. Non ci sono conferme ufficiali ma sembra che Amaury Guichon stia girando la seconda stagione di “School of Chocolate”, la serie best seller di Netflix dedicata al cioccolato
Amaury Guichon, il pastry chef più social

È il pasticcere più social del globo. Con oltre 8 milioni di follower su Instagram, altri 8,2 su Facebook e quasi 10 su TikTok, Amaury Guichon ha portato l’arte della scultura di cioccolato e dell’arte pasticcera nelle case di mezzo mondo. Ma il suo successo non è solo online. Infatti, dove non arrivano i social ci pensa la televisione. La sua presenza sugli schermi è di vecchia data. Inizia nel 2013 quando passa le selezioni per “Qui Sera le Prochain Grand Pâtissier?”. Ovvero il primo talent di Francia dedicato interamente alla pasticceria, format arrivato poi in Italia con il titolo “Il più grande pasticciere”. A condurre il contest c’erano quattro indiscussi maestri della pasticceria francese: Christophe Michalak, Christophe Adam, Pierre Marcolini e Philippe Urraca. A conclusione della stagione Amaury si piazza al terzo posto, ma Michalak non è soddisfatto del risultato. E, a riprova di quanto creda nel giovane talento, lo manda negli Stati Uniti. Questo per lavorare nel team di Jean-Philippe Pâtisserie, negli hotel di lusso Bellagio e Aria a Las Vegas. È però con “School of Chocolate”, del 2021, visibile su Netflix in 50 Paesi in tutto il mondo che Guichon arriva alla conduzione di un format tutto suo. Lo scorso anno è stata trasmessa la prima stagione. Da voci non ufficiali dell’emittente, pare che sia già in lavorazione la seconda.

LA VITA A LAS VEGAS

Se la Francia è il paese dove Guichon è nato (a Cannes nel 1991) e ha mosso i primi passi come pasticciere e cioccolatiere, è agli Stati Uniti che deve il suo successo. Più precisamente a Las Vegas, dove spicca il volo sulle ali delle sue creature fantastiche fatte solo di cioccolato. Ma quello che lo fa diventare un vero e proprio influencer della pasticceria è il suo modo di raccontarla. Non si limita a fotografare le sue creazioni. Bensì porta le persone a scoprire cosa accade, dietro le quinte, nel suo laboratorio. I suoi video, infatti, seguono passo passo la creazione del dolce o della scultura. E diventano così il corrispettivo, per gli appassionati, della frequentazione di una masterclass. Le mani di Amaury che corrono da uno strumento all’altro, gli impasti che prendono forma negli stampi, il cioccolato che diventa scultura ipnotizzano lo spettatore. E fanno raggiungere ai video, nei diversi social, milioni di visualizzazioni. Il successo dei video, segna un’altra svolta nella vita professionale di Amaury. Viene contattato da scuole e aziende di tutto il mondo. Vogliono che insegni le sue tecniche, trasmetta ai suoi colleghi le sue capacità, che formi ragazzi e professionisti alla sua arte.

PROGETTI PERSONALI

Nasce così l’azienda che porta il suo nome. Con questa organizza masterclass e corsi in Russia, Messico, Ucraina, Sardegna, Parigi, Bangkok, Malesia, Las Vegas, Chicago, Singapore, Italia, Messico, Grecia, Pechino, Melbourne, Charlotte, Indonesia, Bucarest, Londra, Barcellona e Taiwan. Dopo anni trascorsi a dedicarsi completamente alla pasticceria e all’insegnamento presso scuole di formazione e istituti professionali in tutto il mondo, nel 2019 Amaury decide di aprire, insieme a chef Michel Ernots, la sua Accademia di pasticceria. Strutturata con una serie di programmi intensivi di 10 settimane declina le lezioni in diverse discipline. Come pasticceria, dessert al piatto, cioccolato, gelato, pane, confetteria e cioccolatini. Sempre in tema di formazione esce, nel dicembre del 2018, il suo primo, e per il momento unico, libro. Edito solamente in inglese e sold out da tempo, Art of Flavor, edito da Les Éditions Umami, riporta le 12 creazioni iconiche di Amaury con la spiegazione passo dopo passo di una sessantina di ricette e di moltissime tecniche.

COMPAGNI DI VITA E LAVORO

Molto schivo su tutto ciò che è vita privata, le notizie di Amaury si hanno scorrendo la pagina Instagram della moglie Fiona. Del loro incontro, avvenuto circa 7 anni fa, si sa che è stato preceduto da un intenso scambio epistolare. Infatti, Fiona è di Montréal, dove ha ancora sede il suo studio di tatuatrice. Amaury viveva già a Las Vegas. Quando si sono incontrati per la prima volta è stato subito amore e, da quel momento, non si sono più lasciati. Sono di Fiona le fotografie, le riprese video e la strategia social che hanno portato Guichon a essere un recordman della rete. Fiona è al fianco di Amaury anche nel progetto dell’Accademia dove svolge il ruolo di direttore operativo mentre è amministratore delegato di Sweet Shop, la società che gestisce le attività di e-commerce del pasticciere. Dal dicembre 2020 Amaury e Fiona sono marito e moglie. Anche questo evento è stato suggellato da una fotografia di Instagram che ritrae le loro mani che si stringono.

© Riproduzione Riservata