Non cambiare la cucina… rinnovala!

Grazie al Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia, ristoratori, pasticceri e gelatieri potranno accedere alle agevolazioni previste nel decreto attuativo che ne definisce le modalità di utilizzo
Non cambiare la cucina… rinnovala!

Il decreto del Mipaaf che definisce criteri e modalità di utilizzo del Fondo di parte capitale per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano, è stato firmato il 4 luglio e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 agosto. Ora ci sono 30 giorni per varare un ulteriore provvedimento che andrà a definire i termini e le modalità di presentazione delle domande.

Tale provvedimento sarà a cura della Direzione generale per la promozione della qualità agroalimentare del Ministero e verrà pubblicato anch’esso in Gazzetta Ufficiale.

AGEVOLAZIONI FINO A 30MILA EURO

Le finalità del fondo sono quelle di ‘promuovere e sostenere le imprese di eccellenza nei settori della ristorazione e della pasticceria e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano’. Questo avverrà attraverso la concessione e l’erogazione di contributi a fronte di investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli e, a tal fine, sono state stanziate risorse finanziarie pari a 56 milioni di euro, di cui 25 milioni per il 2022 e 31 milioni per il 2023.

I beneficiari del Fondo saranno le imprese operanti nei settori con codice Ateco: 56.10.11 (Ristorazione con somministrazione); 56.10.30 (Gelaterie e Pasticcerie); 10.71.20 (Produzione di pasticcerie fresca), che potranno richiedere i finanziamenti per l’acquisto di macchinari professionali e di beni strumentali all’attività dell’impresa, per importi non superiori al 70% delle spese totali ammissibili e fino a 30.000 euro per singola impresa. L’erogazione del finanziamento seguirà il criterio cronologico di presentazione delle domande.

EFCEM ITALIA: UN TRAGUARDO IMPORTANTE

Alla pubblicazione del Decreto attuativo è seguito il plauso di Efcem Italia, l’associazione confindustriale che riunisce le imprese del settore professionale per ristorazione e ospitalità rappresentando i comparti della cottura, lavaggio e refrigerazione; un settore che vale 5 miliardi di euro.È stato raggiunto un importante traguardo per il settore della ristorazione – si legge in una nota – grazie anche all’attività svolta da Efcem Italia, che negli scorsi mesi si è messa a disposizione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, fornendo dati e caratteristiche del settore delle apparecchiature professionali per la ristorazione, funzionali alla stesura del provvedimento”.

A commentare il provvedimento anche il Presidente Efcem Italia, Andrea Rossi, che ha espresso apprezzamento per l’obiettivo raggiunto a supporto della ristorazione professionale. “Questa misura – ha dichiarato – porterà a importanti risultati per lo sviluppo e la promozione di un’industria che è un fiore all’occhiello del made in Italy, favorendo allo stesso tempo la digitalizzazione e l’efficIentamento energetico dell’intera filiera della ristorazione”.

Il decreto infatti, non solo supporterà i ristoratori nell’aggiornamento e nel rinnovo del parco attrezzature, che consentirà anche un notevole risparmio energetico: tema di grande importanza e attualità in questo periodo”.

© Riproduzione Riservata