Torta di Tagliatelline

Valentina Vogli, della Pasticceria Bertocchi a Molinella, interpreta la farina “Sfoglia” della linea Le Sinfonie di Agugiaro&Figna nella ricetta della Torta di Tagliatelline

Ricetta per 2 torte da 18 cm

Per la Sfoglia
2 n Uova intere
200 g Farina

Impastate la farina con le uova fino a ottenere un impasto liscio e lasciatelo riposare per 30 minuti coperto con della pellicola. Tirate la sfoglia il più sottile possibile e mettetela ad asciugare su un panno non profumato. Arrotolate la sfoglia asciutta (ma non secca) su se stessa, creando un rotolo di pasta. Tagliate con un coltello delle tagliatelline finissime e separate quelle più grosse da quelle più sottili. Lasciatele asciugare, disponendole abbastanza distanziate tra loro in modo da non farle attaccare.

Pasta Frolla
500 g Farina
250 g Burro
200 g Zucchero semolato
2 n Uova

Impastate burro e farina, poi aggiungete zucchero e uova. Ottenete un impasto omogeneo, create un panetto di 4/5 cm e avvolgetelo nella pellicola, facendolo riposare in frigorifero.

Ripieno
350 g Mandorle intere pelate
200 g Cedro candito
400 g Zucchero semolato

Tritate finemente mandorle, cedro e zucchero. Mescolate tutti gli ingredienti per creare un composto omogeneo.

Montaggio
Qb Liquore 70° Mandorle amare
Qb Liquore 70° Anice
250 g Burro freddo

Tirate la pasta frolla a uno spessore di 4 mm e foderate la tortiera. Farcitela alternando strati di ripieno a strati di tagliatelline. Fate almeno 4 strati sottili, finendo la torta con le tagliatelline più fini. Coprite completamente la torta col burro freddo tagliato a fette di 1 cm e cuocete in forno ventilato a 170°C per 45 minuti. Appena sfornata, bagnate la torta con i liquori di mandorle amare e anice.

#ILPRODOTTOAGUGIARO&FIGNA
SFOGLIA
CROCCANTE E LAMINABILE
Farina a medio tenore proteico, favorisce il rilassamento dell’impasto, uno sviluppo veloce con stabilità ridotta per una pronta laminabilità e lievitazioni brevi. Agevola la stratificazione, anche con un numero inferiore di pieghe, e incorpora perfettamente i grassi ottenendo prodotti finali
asciutti e appetibili. Specifica per pasta sfoglia, piccoli lievitati e per quei prodotti che richiedono un glutine docile che perda presto la tenacità agevolando la masticazione corta e croccante.

© Riproduzione Riservata
Related Posts