Gelato: tra i più ordinati durante il lockdown

Il gelato si è confermato uno dei cibi più ordinati dagli italiani durante il lockdown. Anche se il suo futuro per questa estate è ancora incerto

IN CRESCITA

Complice l’inizio della bella stagione, uno degli alimenti più desiderati dagli italiani durante il lockdown è stato il gelato. Lo conferma anche un’analisi degli acquisti tramite delivery condotta da Uber Eats. Il gelato ha registrato un vero e proprio boom di vendite, confermato anche nel periodo in cui è stata introdotta la possibilità di acquistarlo da asporto. Che per il gelato è (quasi) la normalità. Anche Deliveroo ha analizzato il trend: nell’ultimo mese ha registrato un incremento del 58% negli ordini di gelato, un valore che sale oltre il 100% se comparato rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

I GUSTI PIÙ AMATI

Ma quali sono le città che lo hanno ordinato di più in Italia? In primis Milano, seguita da RomaFirenzeCagliari e Bergamo. I gusti maggiormente apprezzati sono le creme, che hanno avuto la meglio su quelli di frutta. Nocciola, pistacchio, stracciatella e cioccolato a guidare la categoria. Per quelli di frutta il più scelto è stato invece la fragola. Se poi si esaminano le preferenze “geografiche”, si evince come ai milanesi piaccia molto la stracciatella, mentre i romani abbiano una vera ossessione per lo zabaione.

NUOVE MODALITÀ

Fino a quello che sappiamo ad oggi, la modalità di consumo del gelato però sarà un po’ diversa, dato che non è consentito mangiarlo sul posto. A Firenze si è visto comparire il gelato nelle “buche del vino” medievali censite, nate per mescere il vino ai passanti. Mentre a Roma qualche insegna sta proponendo un particolare modo di avvolgere la coppetta con l’alluminio, così da poter permettere ai clienti di gustare il gelato seduti su una panchina.

I DATI COLDIRETTI

Il boom di richieste “salva” le 39mila gelaterie che danno lavoro a circa 150mila persone con un fatturato annuale di 2,8 miliardi di euro. Questo quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che l’Italia detiene la leadership mondiale nella produzione di gelato artigianale sia nel numero di punti vendita che per fatturato. Il 94% degli italiani – precisa la Coldiretti – consuma abitualmente il gelato artigianale e quasi sette consumatori su dieci preferiscono i coni alle coppette secondo l’ultima indagine Fipe. I consumi di gelato degli italiani hanno superato i 6 chili a testa all’anno in Italia e ad essere preferito è di gran lunga il gelato artigianale nei gusti storici. Cresce però anche la tendenza nelle diverse gelaterie ad offrire “specialità della casa” che incontrano le attese dei diverse target di consumatori, tradizionale, esterofilo, naturalista, dietetico o vegano. Nelle gelaterie presenti in Italia si stima che vengano utilizzati durante l’anno per la produzione ben 220 milioni di litri di latte, 64 milioni di chili di zuccheri, 21 milioni di chili di frutta fresca e 29 milioni di chili di altri prodotti con un evidente impatto positivo sulle imprese fornitrici

© Riproduzione Riservata
Related Posts