“door to door- Zia Pasticceria”: aprire durante l’emergenza

“door to door- Zia Pasticceria” by Zia restaurant è la nuova insegna dedicata ai dessert voluta dallo chef Antonio Ziantoni e aperta durante l’emergenza Coronavirus

Nuovi modelli di business riescono a nascere anche durante un periodo complesso come quello causato dall’emergenza Covid-19. Ne è un esempio “door to door- Zia Pasticceria” by Zia restaurant. Ovvero l’ultima creazione dello chef Antonio Ziantoni, una pasticceria che ha aperto i battenti il primo giorno di riapertura delle attività commerciali: lunedì 18 maggio. Si trova nel cuore di Trastevere e nasce dal desiderio di Antonio Ziantoni di affrontare una nuova sfida.

Una sfida incentrata su una proposta volta ai dessert di qualità realizzati dal pastry chef di Zia restaurant, Christian Marasca. La filosofia? Pochi ingredienti espressi al massimo delle loro potenzialità e diverse combinazioni di gusto, contrasti e sapori. Ma anche materie prime eccellenti e tecniche tradizionali accostate con garbo a idee innovative: classico e contemporaneo vanno di pari passo per portare in tavola dei dolci di alto livello. Dalle monoporzioni alle torte, dalle proposte per la prima colazione al gelato, dalla biscotteria ai pralinati fino alle boxes componibili a scelta.

Abbiamo sfruttato questo momento di inattività per riflettere e, come ogni cosa negativa, ha portato con sé una grande voglia di ripartire al massimo, mettendoci in gioco di nuovo, aprendo una nuova porta davanti a noi. La nostra secret door, una porta verde nella via adiacente il ristorante, porta inizialmente di ingresso per lo staff che è diventata il simbolo di una nuova avventura, mai affrontata, delle consegne a domicilio, ecco il perché di door to door” afferma Antonio Ziantoni. “Oltre al delivery, c’è la possibilità di usufruire dell’asporto e presto nascerà anche il nostro store on line”.

© Riproduzione Riservata
Related Posts