Parliamo di baobab

Oltre ad essere uno degli alberi più maestosi esistenti in natura, il baobab è da sempre una grossa fonte di sostentamento per le popolazioni dell’Africa centrale e, da qualche anno a questa parte, la farina di baobab è arrivata sulle tavole in qualità di superfood

Come tutti sappiamo, il baobab è un gigantesco albero, tra i più antichi del pianeta, che cresce spontaneamente in Africa centrale e meridionale. Le popolazioni locali ne utilizzano da millenni ogni sua parte, come fonte da cui ricavare cibo, medicinali e infusi benefici, legna per il fuoco e per le costruzioni, riparo e fibra tessile. Uno dei nomi africani più diffusi per il baobab è “albero della vita”, per dare un’idea di quanto questa pianta sia importante in quella parte di mondo.

Del baobab la parte commestibile sono le foglie, utilizzate nella produzione di tisane, e il frutto, che ricorda vagamente la noce di cocco ma con una forma più allungata. Una dura scorza ne protegge la polpa interna, morbida e di colore biancastro. Dopo la maturazione la polpa si disidrata in maniera naturale e diventa polvere. Ed è proprio la polvere quella che alla fine si utilizza come ingrediente sostitutivo della farina, senza glutine e dai mille benefici.

La farina di baobab viene infatti considerata un superfood grazie alle sue svariate proprietà. Per citarne le principali, è ricchissima di vitamina C e B, contiene antiossidanti, ha poteri energizzanti e antinfiammatori, aiuta il sistema immunitario, combatte l’invecchiamento dei tessuti, regolarizza il metabolismo, elimina le tossine, depura il fegato.

In cucina la farina di baobab è molto utilizzata per ottenere prodotti senza glutine. Nella panificazione e nella pasticceria è una valida alternativa alla farina classica poiché contiene un’elevata quantità di acido tartarico, emulsionante naturale che aumenta gli agenti lievitanti. In gelateria è utilizzato invece come addensante e per rendere i gusti alla frutta più cremosi e spatolabili. La ricchezza di fibre contenute nella farina di baobab infatti, riduce al minimo la formazione di cristalli di ghiaccio nel gelato e stabilizza il prodotto, migliorandone anche la conservabilità.

Scopri di più sugli utilizzi della farina di baobab in gelateria

Di Marianna Zarini

© Riproduzione Riservata
Related Posts