Nasce il “Manifesto del cambiamento”

Lanciato a Terra Madre da Aguriaro & Figna Molini, il Manifesto apre la via a un futuro del food più sostenibile e rispettoso
Nasce il “Manifesto del cambiamento”

In occasione di Terra Madre salone del Gusto 2022, lo scorso 26 settembre, sono state poste le basi del “Manifesto del cambiamento”, progetto nato per iniziativa di Aguriaro & Figna Molini. Molto più di un semplice vademecum, il Manifesto darà voce a un vero e proprio movimento composto da pizzaioli, pasticcieri, panificatori e cuochi uniti per un futuro del food più sostenibile e rispettoso.

IL RISPETTO SI COLTIVA

Ad oggi, il “Manifesto del cambiamento” non si presenta come un documento statico e immutabile. La sua nascita rappresenta piuttosto la tappa di un percorso che vede attivamente protagonista un nutrito team di professionisti della ristorazione, coinvolti negli scorsi mesi nel tour “Un sacco di cambiamento”. Il tour, promosso da Agugiaro & Figna Molini in collaborazione con Slow Food Italia, rientra in una serie di iniziative portate avanti dall’azienda che ne orientano l’attività in senso sostenibile.

Su tutte, infine, la creazione del Bosco de Molino, un bosco piantumato adiacente alla sede di Collecchio, destinato ad assorbire fino a 220.000 kg all’anno di CO2, compensando le emissioni degli impianti aziendali. 

CAMBIAMENTI IN CORSO

Il tour, partito dalla scuola Dolce&Salato di Maddaloni, si è articolato in sei tappe che hanno toccato Milano, Taormina, Lecce e Pistoia per concludersi proprio a Torino, negli spazi di Terra Madre. 

Ogni tappa ha rappresentato un’occasione di incontro e confronto tra professionisti, produttori, formatori e distributori sui temi legati alla sostenibilità e al rispetto dell’ambiente e delle persone in relazione all’intera filiera. Obiettivo sensibilizzare il comparto verso un approccio più consapevole e l’adozione di sistemi di lavoro più attenti al benessere sia dell’ambiente che dei dipendenti, prospettando un nuovo modo di fare impresa attraverso azioni concrete. 

UN PUNTO DI PARTENZA

L’incontro del 26 settembre presso Terra Madre ha rappresentato, dunque, l’occasione per fare il punto su quanto seminato e raccolto nelle precedenti tappe del tour.

I professionisti coinvolti hanno condiviso la loro esperienza e loro considerazioni, ponendo attenzione al tema dello spreco, della valorizzazione dei prodotti e della formazione, e mettendo in piedi una serie di azioni concrete di misurazione, selezione e miglioramento. 

Grazie alle loro testimonianze, è stato possibile iniziare a definire le linee guida del “Manifesto del cambiamento”, che ad oggi rappresenta la prima traccia condivisa per chi ha scelto di essere parte del progetto e diventarne il portavoce principale. 

© Riproduzione Riservata