La bottega storica Cipriani Dolciumi

A Prato, la famiglia Bastogi propone tutte le specialità della produzione dolciaria italiana, con un assortimento ampio e sempre nuovo
La bottega storica Cipriani Dolciumi

La storia di questa bottega inizia nei primi anni del ‘900. E cioè quando Agostino Cipriani, avendo già la concessione per la vendita di lievito di birra ai panifici, inizia il commercio al dettaglio. Con caramelle, dolciumi, cioccolato e bomboniere. Dal 2004 a gestire Cipriani Dolciumi è la famiglia Bastogi. La bottega è fortemente legata al tessuto della città di Prato, con uno spazio espositivo di 500 mq in via Cesare Battisti. Conta otto dipendenti. Vanta poi una linea di prodotti interna, I Dolci della Signoria, confezionata in un laboratorio privato.

LO SCAFFALE DOLCE DI CIPRIANI DOLCIUMI

Da Cipriani c’è una selezione infinita di confetti, più di 150, di Crispo e Italiana Confetti. Poi il cioccolato Lindt, caramelle e torroni, lisci o ricoperti, tutti di Condorelli. Per non parlare dei grandi lievitati in tempo di festa, come colombe e panettoni, di Bonollo, Muzzi, Cova e Borsari. Oltre a eccellenze regionali come Sal De Riso, Mascolo o Fiasconaro. Non mancano le specialità toscane come ricciarelli, cantuccini e panforti di Barbero e Antonio Mattei. Il pezzo forte però, sono le uova di Pasqua. Quest’anno da Cipriani Dolciumi ne sono state vendute oltre 10mila. Tradizionali, al cioccolato al latte o fondente, ma anche ‘speciali’. Come alla crema di mandorla e granella all’amaretto o al latte con granella di nocciola e fragole. Tutte a marchio Caffarel e Lindt. Completano l’offerta di Cipriani Dolciumi i mieli Brezzo e le confetture Agrimontana e Chiaverini.

IL SALATO

Per non scontentare nessuno, da Cipriani c’è spazio anche per le eccellenze salate. Con una accurata selezione di pecorini di Rocca Toscana al latte crudo stagionato, alle pere o al tartufo. O i salumi toscani, direttamente dall’azienda Il Borgo di Siena. Molto gradite dalla clientela anche le creme e i sottoli, Di Campisi e Le Tamerici. Ma anche il pesto di pistacchi ‘A Ricchigia e alle specialità valtellinesi come la polenta al tartufo e la zuppa d’orzo e legumi di Molini Filippini Valtellina. Per gli amanti del vino ci sono più di 1.500 etichette da tutta Italia.

© Riproduzione Riservata