La Tenzone del Panettone arriva alla decima edizione

La competizione tra artigiani professionisti promuove la pasticceria italiana, all'insegna di tradizione e innovazione. Avrà luogo sabato 13 e domenica 14 novembre al Novotel Parma Centro
La Tenzone del Panettone arriva alla decima edizione

Parma, City of Gastronomy Unesco, si conferma la capitale della pasticceria artigianale italiana. Lo fa con la 10° edizione della Tenzone del Panettone, la grande sfida tra i migliori lievitati di pasticceria artigianali, eccellenze del nostro patrimonio culturale. Considerata dalla stampa nazionale e dai maestri pasticceri “La più importante manifestazione sul Panettone Artigianale”, si svolgerà presso il Novotel Parma Centro, elegante location nel centro cittadino.

ALCUNI PARTECIPANTI

Numeri importanti evidenziano il valore di questa edizione. Sono 70 i maestri pasticceri selezionati, provenienti da tutta Italia. Proporranno oltre 200 panettoni in gara, divisi in tre categorie: tradizionale, innovativo, al caffè. Un parterre stellare corona il percorso sin qui realizzato dal contest. Nacque come gioco tra amici ed ora annovera tra le proprie file partecipanti del calibro dello chef stellato Yahey Suzuki (executive chef e patron del ristorante italiano Piatto Suzuki di Tokyo, che da ben 14 anni si fregia della stella Michelin nella capitale del Giappone). Inoltre, per la prima volta, sarà presente il Maestro Dasuke Fukuda, fresco vincitore del primo campionato di Panettoni di Francia e boulanger di Mauro Colagreco, chef patron del Mirazur, il miglior ristorante del mondo. Dasuke Fukuda ha scelto la Tenzone del Panettone per cimentarsi contro i grandi maestri italiani.

I RAPPRESENTANTI DELLE REGIONI

Il dolce viaggio per le eccellenze italiane tocca tutte le regioni. Dalla Toscana con i maestri Gabriele Vannucci (La Leggenda dei Frati, Firenze) e Gabriele Ciacci, alla Puglia con Maria Pastore e Michele Segreto al Friuli con Antonio Follador. E poi tanta Emilia Romagna, Lombardia, Veneto, Liguria, Piemonte, Umbria, Basilicata, Lazio e tantissima Campania, ormai proclamata “Regno dei Lievitati”. Grande spazio sarà dedicato ai giovani, mai così numerosi, citiamo per esempio l’esordio della giovanissima Anna Maria Slama, figlia del maestro pluripremiato e campione del mondo Alessandro Slama.

COME FUNZIONA

Con Il 10° anno si rafforza e concretizza il focus vero della Tenzone. Ovvero dare valore e risalto a tutti i pasticceri artigianali, panificatori e maestri dei lievitati, che con passione ed impegno portano la creatività e la professionalità della pasticceria italiana sulle tavole di tutto il mondo. Tantissimi i premi in palio. Oltre al “Panettone dell’Anno 2021”, i premi per le categorie “Panettone tradizionale”, “Panettone innovativo”, “Panettone al Caffè”, “Miglior Packaging” sono previsti premi di categoria messi in palio dagli sponsor. Che sono Laminati Cavanna, Mis Romeo, Artcafè, Acqua Fonteviva, Matec, Cantine Chiara Ziliani. La giuria, come sempre suddivisa in giuria tecnica e giuria di qualità, per dare spazio a tutti i tipi di palato, sarà guidata da Simone Rodolfi, campione mondiale di panificazione e da Cristoforo Trapani, chef del ristorante stellato “La Magnolia” di Forte dei Marmi, insieme a giornalisti, critici enogastronomici, food blogger e gourmet.

IL SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE

La Tenzone del Panettone è un evento nato nel 2011 e organizzato dall’Ing. Massimo Gelati, dal Dott. Vittorio Brandonisio e da Silvana Erasmi art director. Il desiderio è sempre stato quello di valorizzare il panettone, attraverso una sfida tra i migliori lievitati. Nel tempo è diventato un momento importante di condivisione che fornisce spunti e idee innovative ai partecipanti. “Siamo onorati e orgogliosi del traguardo raggiunto e del riconoscimento internazionale” dichiara l’Ing. Massimo Gelati, patron dell’evento, avere tante eccellenze anche dall’estero, ci gratifica e ci fa capire che la qualità paga. I nostri sono concorrenti selezionatissimi e garantiscono la provenienza di panettoni dall’intero territorio nazionale, un prodotto di origine milanese ma ormai declinato nelle sue più dolci sfumature in ogni angolo della penisola, e che sempre più sta allargando i confini in Europa e nel mondo” .

L’evento sarà visibile in diretta streaming sui canali social Facebook e Youtube, in modo da coinvolgere il maggior numero di persone.

© Riproduzione Riservata