Pasticceria al top in casa Debic

Alessandro Comaschi è di recente entrato a far parte del team Debic nel ruolo di Culinary Advisor Italia. Dopo numerose esperienze presso insegne di prestigio in Italia e all’estero, ha deciso di mettere la sua expertise al servizio dei professionisti

I PRIMI ANNI

«Fin da bambino sognavo di fare lo chef, come mio fratello. Ne ho quindi
approfittato e ho seguito le sue orme»
. Così esordisce Alessandro nel raccontarci come ha iniziato il suo percorso in questo settore. «Ho fatto la stessa scuola di mio fratello e, ancora bambino, lo seguivo in Martesana, dove già lavorava, senza perdere l’occasione, ovviamente, di mettere le mani in pasta. Finita la scuola, mi hanno assunto al Sant Ambroeus di Milano, dove sono rimasto sei anni. Poi ho lavorato in altre pasticcerie milanesi di prestigio come Cova e Biffi. Ero capopasticcere in un hotel a 5 stelle lusso in Montenegro, quando mio fratello mi ha chiamato per sostituirlo in Martesana, dato che lui doveva prepararsi ai mondiali».

IL RUOLO CON DEBIC

Oggi, a soli 35 anni, Alessandro è pronto per una nuova avventura: dedicarsi alla consulenza e formazione professionale per conto di Debic, azienda di cui è sempre stato fan: «sono orgoglioso di mettere il mio savoir faire, il mio entusiasmo e la mia voglia di vincere le sfide, a disposizione di questa impresa e dei miei colleghi. L’utilizzo dei prodotti a marchio Debic garantisce al professionista un risultato eccellente in termini di gusto, resa, praticità e stoccaggio». Il ruolo di Alessandro è quello di testare i prodotti dell’azienda, sviluppare nuove applicazioni e ricettazioni, divulgare la cultura professionale, tecnica e di prodotto presso i pasticceri e contribuire al settore Ricerca&Sviluppo del gruppo Friesland Campina, in collaborazione con i Culinary Advisor internazionali.

Scopri la sua originale interpretazione del Mont Blanc.

© Riproduzione Riservata
Related Posts