Forno Collettivo: la rivoluzione del pane milanese

Ad ampliare il panorame di The Botanical Club, ha inaugurato il 30 agosto a Milano Forno Collettivo, bakery dedicata al pane e alla socializzazione e che mescola la passione per grani antichi e lievito madre a quella per i vini naturali

The Botanical Club, società fondata da Davide Martelli e Alessandro Longhin che opera dal 2015 nella sfera del food & beverage milanese e che ad oggi annovera una micro distilleria di gin con smart dining e cocktail bar, il cocktail&raw bar di Via Tortona, il cocktail club Idéal e il natural wine bar Champagne Socialist, ha inaugurato un nuovo locale: Forno Collettivo, una panetteria con mescita di vino naturale e piccola cucina, dove a partire dall’autunno, sarà possibile anche portare a cuocere le proprie forme di pane da casa, recuperando l’antica tradizione dei forni collettivi di paese.

Unendo l’esperienze all’estero e la ricerca condotta tra Stati Uniti e Nord Europa, i fondatori di Forno Collettivo hanno voluto puntare su poche tipologie di pane: formati medio-grandi, utilizzo esclusivo di lievito madre, grande focus sulle farine di varietà recuperate di grano, italiano ma non solo, e sui miscugli di grani antichi e nuovi. Tutte le farine provengono da coltivazioni biologiche e da lavorazioni che vogliono rispettare il chicco e le sue proprietà. Un pane ambizioso nello scenario lombardo e italiano, che si propone di unire le proprietà nutrizionali dei grani “di ricerca” ad un grande lavoro sulla fermentazione e sulla struttura finale: la crosta, croccante e intensa, sorregge e amplifica le note al “cuore”; la mollica è cremosa e fondente, anche grazie all’elevata idratazione dell’impasto, con un punto di sale equilibrato e un’acidità fresca e persistente. Lo scopo? Creare un pane che dia piacere a tutti i sensi del corpo.

“In questo momento di sovraccarico del panorama della ristorazione – ha dichiarato Davide Martelli – ci interessa lavorare su concept di rottura, in grado di creare soluzioni nuove. Abbiamo sempre pensato all’universo The Botanical Club come a un’esperienza immersiva, un mash-up creativo che mescola cibo, arte e musica, e che oltre a ristoranti e bar in futuro potrebbe comprendere anche hôtellerie e formazione.”

Alla vasta proposta di pane, si aggiungono una selezione di piccoli piatti per lo più da condividere, liberamente ispirati alla tradizione mediterranea, con un occhio di riguardo per il vegetale e la cottura alla griglia e alla plancha, una serie di lievitati dolci, ed una vasta gamma di vini naturali. Da Forno Collettivo è possibile far colazione, pranzare, cenare, fare merenda e fare l’aperitivo. Un locale semplice e raffinato, dall’animo sincero e genuino, con quel tocco di lungimiranza e internazionalità, che aspira a rivoluzionare l’universo delle panetterie milanesi e (perché no?) italiane.

© Riproduzione Riservata
Related Posts