Identità Future: la ‘Formula Uno’ del cooking è a Host2015

Host Milano e Identità Golose unite a ottobre per una rassegna gourmet

Racconti di territori e di sapori, sapientemente mixati dalla creatività dei più grandi chef d’Italia e del mondo. Questa la ricetta che fa di Identità Golose, che si inaugura oggi a Milano, l’appuntamento più atteso e più influente per tutti i professionisti del cooking.

Una filosofia all’insegna dell’innovatività e del lifestyle che Identità Golose condivide con HostMilano, in fieramilano a Milano, Italia, da venerdì 23 a martedì dì 27 ottobre 2015, e che ha portato due realtà leader a stringere una partnership che ha già dato i suoi frutti nell’edizione 2013 della International Hospitality Exhibition. E che quest’anno si riproporrà con una formula ancora più all’avanguardia.

La prossima edizione di HostMilano vedrà il team di Identità Golose impegnato a dare vita a una rassegna, Identità Future, imperniata sull’evoluzione della cucina e della pasticceria anticipando l’evoluzione delle ricette e dei gusti in parallelo con le tecnologie che rendono possibili sperimentazioni sempre più nuove e creative. Tutto questo attraverso 3 appuntamenti al giorno che daranno voce a due protagonisti per incontro: un esperto dei macchinari o tecniche coinvolte, che ne illustrerà caratteristiche ed evoluzioni, e un cuoco che creerà dal vivo esempi e assaggi.

“Si tratta ancora di un work in progress, ma senz’altro sarà molto forte l’idea di coniugare le tecnologie con naturalità e gusto – commenta Paolo Marchi, Ideatore di Identità Golose . Le tecnologie innovative rimangono sempre un elemento importante, perché svolgono un importante ruolo di abilitatori anche in questa evoluzione. Anche la creatività rimarrà centrale, in linea con la filosofia di Identità Golose che mette sempre l’uomo al centro del processo di innovazione e creazione, sia che si tratti di ideare ricette, sviluppare format o creare e utilizzare tecnologie nuove. Un esempio lampante ci arriva dal mondo della pizza, da sempre cotta in un forno a legna, al quale si sono affiancati nel tempo i forni elettrici e in tempi più recenti quelli a vapore per pizze precedentemente surgelate, ma con tecniche che ne mantengono il sapore”.

“L’ospitalità professionale è l’espressione migliore di una delle più nobili caratteristiche innate dell’essere umano, l’amore per la convivialità – commenta Enrico Pazzali, Amministratore Delegato di Fiera Milano SpaDa sempre HostMilano celebra questo spirito trasformando l’innovazione in un’occasione per esprimere creatività e inventiva: Identità Future, il nuovo progetto in partnership con Identità Golose, porta questa felice contaminazione su un nuovo livello, per affrontare le sfide del cooking del 21.mo secolo, sempre più colto e internazionale. Ma è tutta la manifestazione a essere occasione di incontro e confronto fra inventiva e tecnologia. Abbiamo un ricchissimo palinsesto di eventi, che include appassionanti gare e campionati, oltre a momenti show-cooking, e il percorso espositivo presenta tutte le filiere dell’ospitalità professionale, con una completezza e sinergia unica tra le fiere del settore”.

Un altro mondo presente a HostMilano che si sta integrando sempre più con il cooking è il caffè. Dall’infusione più antica, alla turca, alla napoletana, e poi la moka e il gran balzo in avanti con le macchine per l’espresso, fino alle attuali automatiche, così evolute da limitare l’intervento del barista al mero premere un bottone, il caffè è sempre più speciality coffee, una vera e propria specialità gastronomica da gustare non solo al bar ma anche al ristorante e in molti altri contesti gourmet.

E ancora Identità Future darà la possibilità di guardare in chiave cooking al mondo della pasta piuttosto che a quello del gelato come della conservazione a freddo, andando oltre l’abbattitore che ormai è entrato nelle cucine di casa dopo avere spopolato in quelle professionali, e di valorizzare le istanze ambientali, ad esempio le innovative cappe aspiranti con rumore ridotto a pochi decibel grazie all’emissione di una onda sonora che va a contrastare quella della cappa stessa.

Le cucine dei grandi chef non sono più soltanto laboratori dove vengono messe a punto le più innovative idee gastronomiche, ma anche le tecniche, le tecnologie e le attrezzature più evolute: proprio come nella Formula Uno dove si sperimentano le soluzioni più  avanzate che verranno poi applicate sulle auto di ogni giorno, anche il futuro della cucina nasce dietro le quinte della ristorazione stellata per poi entrare a far parte dell’utilizzo quotidiano nelle nostre case. Una ‘Formula Uno’ del cooking che troverà il suo naturale ‘circuito’ a Host2015 che quest’anno accompagna verso il suo gran finale EXPO,  l’appuntamento mondiale dedicato al food e al suo futuro, che si terrà dal 1° maggio al 31 ottobre in un’area a pochi metri dal quartiere fieristico e collegata direttamente.

 

Per informazioni aggiornate su Host: www.host.fieramilano.it, @HostMilano #Host2015

© Riproduzione Riservata
Related Posts