Il 24 marzo si festeggia il gelato artigianale

Ci siamo quasi. Mancano pochi giorni alla celebrazione della 1° Giornata Europea del Gelato Artigianale, che il Parlamento Europeo ha voluto istituire (il 5 luglio 2012). L’ora X scatta il 24 marzo. L’evento, fortemente voluto da Artglace (Confederazione delle associazioni dei gelatieri artigiani europei) può vantare la collaborazione dell’intera filiera del gelato che, per l’occasione, ha fatto “squadra” confermando il concetto che “uniti si vince”.

Durante la giornata, le numerose gelaterie aderenti produrranno e venderanno al prezzo di 1 € la coppetta (uguale per tutti) il gusto “Fantasia d’Europa” (Fior di latte variegato con cioccolato fondente e mandorle pralinate), inoltre, si susseguiranno numerose iniziative, sia nelle singole gelaterie sia in collaborazione con enti, università, associazioni culturali, sportive e di volontariato, fondazioni e scuole di ogni ordine e grado. Oltre che nei 9 Paesi aderenti ad Artglace (Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca e Spagna), si realizzeranno eventi celebrativi in Argentina, Canada, India, Stati Uniti, Grecia, Polonia, Regno Unito e Ungheria».

E in Italia? Dal Nord al Sud della Penisola si stanno organizzando decine di eventi per comunicare in modo chiaro ai consumatori i valori del gelato artigianale, che costituisce un pasto completo, consigliato dai più autorevoli dietologi e nutrizionisti. Tra i prodotti lattiero-caseari freschi, rappresenta un’eccellenza in termini di qualità e sicurezza alimentare e valorizza i prodotti agro-alimentari di ogni singolo Stato che accoglie gelaterie artigianali. Il settore in UE contribuisce al diretto impiego, soprattutto giovanile, di circa 300mila lavoratori in circa 50 mila gelaterie; il mercato del settore, nel suo complesso, vale oltre 4miliardi di euro.

«La celebrazione della Giornata europea del Gelato artigianale sta ottenendo un successo insperato, al di là delle più rosee aspettative – ha dichiarato Luciana Polliotti, giornalista e storica del gelato, curatrice del Gelato Museumun’ottima occasione per instaurare rapporti duraturi con istituzioni quali Università, Regioni, Comuni e artisti. In diverse città italiane vedrà la luce uno speciale annullo postale dedicato al gelato artigianale. Sono solo alcune citazioni… E’ questo l’inizio di una nuova era che potrà finalmente portare al nostro gelato e ai gelatieri artigiani la meritata soddisfazione e un riconoscimento universale, a patto di continuare a lavorare bene, puntando sempre all’eccellenza».

Le città delle manifestazioni

© Riproduzione Riservata
Related Posts