Piero Ditrizio apre a Cagliari la sua pasticceria

Piero Ditrizio sceglie il capoluogo sardo per inaugurare insieme alla compagna Valentina Fais la sua pasticceria vicino al porto

PASTICCERE SI NASCE E SI DIVENTA

Piero Ditrizio è figlio d’arte. E la pasticceria ha iniziato a respirarla fin da piccolo, nella pasticceria paterna a Barletta, Gourmandise. “Sono nato in pasticceria, la domenica e durante i mesi estivi davo una mano a mio padre. Sicuro che non avrei fatto questo lavoro, non era nei miei piani”. Ma la sua prima esperienza risale a quando aveva 19 anni e si trasferì a Pescara per un percorso professionale. La prima di tante tappe. È stato pastry chef all’Hibiscus di Claude Bosi e a Singapore al Regent Hotel. Poi è stato allievo di un noto maitre chocolatier, a Lione: Richard Seve. Si è mantenuto in stretto rapporto con l’Accademia Etoile di Rossano Boscolo, dove si è cimentato nella docenza come responsabile di pasticceria. E poi Piero annovera anche un’esperienza televisiva, come giudice della trasmissione Un Dolce da Maestro. Proprio l’insegnamento si è rivelato una grande passione. “Presto è diventato il mio sogno. È stata la mia vita negli ultimi anni, l’approccio con i ragazzi mi ha fatto crescere professionalmente. Per questo mi piace lasciare uno spiraglio aperto alla formazione anche ora che ho concretizzato un nuovo progetto. Continuerò a insegnare, non più a tempo pieno, ma sempre con passione”.

CAGLIARI

Il suo nuovo progetto l’ha portato a Cagliari, che altro non è se non la città natale della sua compagna, conosciuta all’accademia Etoile. Si chiama Valentina Fais, e insieme hanno inaugurato la pasticceria Ditrizio. “Ho sentito la necessità di trovare un posto mio, creare una casa professionale. Anche Milano è stata in lizza, ma ho scelto Cagliari, non solo per amore. Credo molto nelle potenzialità della città, ha un bel respiro turistico, e quando sarà possibile tornare alla normalità vorrei lavorare anche con chi viene a visitarla, oltre che con i cagliaritani. I primi giorni di apertura ci hanno sorpreso, la gente è curiosa. Abbiamo scelto di aprire ora, nonostante tutto, perché era nei piani. Lavoreremo magari al 50% delle possibilità, ma avevamo voglia di partire”. Il locale ha aperto con le colazioni e il pranzo, passando per la merenda e arrivando all’aperitivo.

Valentina Fais e Pietro Ditrizio

L’OFFERTA

Abbiamo una decina di pezzi tra croissanteria dolce e salata per la colazione. Poi una linea di pasticceria salata pensata per il pranzo. E poi le torte di pasticceria moderna, le monoporzioni, i mignon, la pasticceria classica e le crostate. Parto sempre dal classico: una pasta sfoglia fatta bene, un croissant farcito con la confettura fatta da noi, un cannoncino con la crema, un savarin al rum…”. Non mancano i dolci regionali come la pastiera, il cannolo, il profiterol. Per chi poi desidera portare a casa un ricordo dolce, sono disponibili anche prodotti di biscotteria dolce e salata, confetture e creme spalmabili homemade, come il Velluto al caramello mou. Tra poco arriveranno anche i semifreddi su stecco per l’estate: “Niente gelato, perché sono dell’idea che gli ambiti debbano restare distinti. Ma sicuramente proporremo tante idee sfiziose per la stagione”.

© Riproduzione Riservata
Related Posts