Chococake Award: la finale

Ieri sera la finale del concorso Chococake Award promossa da Puratos Italia è stata ospitata nella scuola di pasticceria Aromacademy di Davide Malizia.

IL CONCORSO

La scuola di pasticceria romana Aromacademy del maestro Davide Malizia ieri sera è stata teatro della finale del concorso di Puratos Italia “The Ultimate Chococake Award”. Il concorso è dedicato al marchio di cioccolato belga “Belcolade”, e ha visto 10 giovani concorrenti tra i 18 e i 35 anni in sfida. Il primo premio? Un viaggio in Messico in esplorazione delle piantagioni di cacao. Protagonisti del concorso un grande cioccolato, unito al desiderio di Puratos di coinvolgere le professionalità di spicco della pasticceria italiana per testarlo. Un’iniziativa che mira a diffondere la cultura del cioccolato belga di qualità in tutta Italia. Il processo di selezione è stato lungo ed articolato: è iniziato a giugno 2019 e ha portato alla formazione di una rosa di 10 finalisti a cui è spettato il compito di creare una monoporzione e una pralina a base chiaramente di cioccolato. Ogni creazione è stata valutata in base ad aspetto estetico, taglio, struttura, equilibrio aromatico e rispetto del regolamento.

LA GIURIA

A valutare le creazioni una giuria composta da alcuni fra i più grandi nomi della pasticceria italiana. Davide Malizia, Roberto Rinaldini, Santi Palazzolo, Sebastiano Caridi, Luigi Bruno d’Angelis e Filip de Kimpe (responsabile degli Innovation Center di Puratos Italia).

IL VINCITORE

Al termine della gara, l’ambasciatore belga Frank Carruet ha aperto le porte della sua residenza sui Fori Imperiali per festeggiare insieme con una esclusiva cena di gala. A premiare i primi tre classificati il “padrone di casa”. Il 1° Classificato del concorso è stato Luca Bnà, giovane pasticcere modenese di appena 19 anni. Sarà lui, accompagnato dai Maestri Pasticceri della giuria, a partecipare al Messico Cocoa Tour, il viaggio in Messico in esplorazione delle piantagioni di cacao per conoscere da vicino l’origine del cacao partendo dalla piantagione, passando dalla fermentazione e arrivando all’essicazione.

Ne avevamo parlato anche qui

© Riproduzione Riservata
Related Posts