Antica Pasticceria di Forlì, al giorno d’oggi

Maurizio Corzani dell’Antica Pasticceria di Forlì riesce a far vivere oggi le più preziose tradizioni ereditate dai maestri del passato, con occhio attento all’innovazione e, ovviamente, alla sua personale impronta. Un professionista completo per le sue abilità

GLI INIZI

Neanche terminata la terza media, Maurizio Corzani accetta di sostituire un vicino di casa che lavorava all’Antica Pasticceria di Forlì. Avviene così, quasi per caso, il suo ingresso in questo mondo, dove rimane per quattro anni e conosce un grande uomo e maestro del tempo, Giuseppe Boschin, e una grande donna, Maria, sua attuale moglie. In quello stesso laboratorio resta fino al servizio militare, poi, rientrato a casa, fa diverse stagioni estive fino a quando, nel 1981, all’età di soli 22 anni, compra insieme alla consorte l’Antica Pasticceria di Forlì. Nel 1991 anche il figlio Fabrizio entra a far parte della squadra di famiglia, e l’anno successivo acquisiscono anche l’odierna attività, in via Alfredo Oriani, cedendo poi la precedente.

LA FILOSOFIA

«La nostra priorità – racconta Maurizio – è sempre stata quella di soddisfare il cliente al 100%, e per questo abbiamo deciso di stare compatti in un’unica pasticceria, dove possiamo controllare e seguire personalmente i clienti». Ha proprio ragione la signora Maria, quando dice che Maurizio è un uomo “innamorato fino all’osso” del suo mestiere: praticamente vive in questa pasticceria, è qui dalle 4,30 del mattino fino alle 20 di sera. Pure per Fabrizio, che si occupa della gestione della caffetteria e del negozio, «lavorare bene, per la massima soddisfazione del cliente» è la motivazione principale che li sostiene, anche nei momenti di maggior sacrificio. Oggi Antica Pasticceria, adiacente al centro di Forlì, è considerata la numero uno in città per la sua storicità, la qualità, la varietà e la costanza dell’offerta, ma soprattutto per l’affidabilità e serietà della famiglia che la gestisce. Scopriamone i punti di forza e le specialità.

Quali sono i vostri cavalli di battaglia?
Siamo rinomati per le nostre torte, sia quelle alla vendita diretta, sia quelle ordinate in occasione di ricorrenze o cerimonie. In particolare ci distinguiamo per la capacità di realizzare torte su misura per il cliente, progettate insieme a lui o scelte dal nostro catalogo. Gusti, componenti, formato e decorazioni sono personalizzate in base alle esigenze del cliente, anche se naturalmente ci adoperiamo per consigliare le soluzioni migliori. L’altro nostro fiore all’occhiello sono le mignon: ne abbiamo una grande varietà e le realizziamo fresche ogni giorno, servendoci delle basi che produciamo in serie e stocchiamo grazie all’ausilio del freddo.

Quali sono gli abbinamenti e le decorazioni più richieste nelle torte? Senza dubbio la classica torta all’italiana, ossia il pan di Spagna inzuppato e farcito con creme, ricoperto e decorato in stile cake design. Realizziamo scritte, pupazzi,ambientazioni, fiori e animaletti in pasta di zucchero e cioccolato plastico. Da tempo produco anche sagome stampate di vari personaggi dei cartoon o dei film animati, che poi stampo su pasta di zucchero e applico su cioccolato plastico ritagliato e appoggiato in piedi sulle torte. La particolarità è che noi non ricopriamo le torte con pasta di zucchero, ma utilizziamo la nostra pasta di mandorle, per far sì che tutta la fetta sia buona in degustazione e non si debba scartare la copertura. In termini di farciture il nostro must è con chantilly allo zabaione e pezzi di cioccolato, ma proponiamo anche inserti di frutta o creme classiche.

Come si compone il resto della vostra offerta?
Un altro comparto che ci contraddistingue è quello della prima colazione. Prepariamo ben otto tipi di impasto e le brioche più vendute sono quelle a base di yogurt. Realizziamo anche semifreddi, monoporzioni, pasticceria da forno, biscotteria, specialità tradizionali come torrone e panforte, ma anche pralineria e soggettistica di cioccolato.

Qual è la vostra filosofia di pasticceria?
A nostro avviso è essenziale la personalizzazione dell’offerta, ogni pasticceria deve avere la sua firma distintiva: per noi è l’esaltazione del gusto – non ci piacciono i gusti omologati o sciapi – e al contempo la leggerezza. Se un dolce è buono e ben fatto, deve subito venir voglia di mangiarne un altro.

Come scegliete le materie prime?
Per me contano in primis qualità e costanza. In questo senso scelgo solo aziende serie e affidabili. Mi piace conoscere i processi di produzione e sono particolarmente attento alle innovazioni di prodotto che mi permettono di facilitare il lavoro e acquistare in performance e costanza del risultato.

Come si compone il vostro team? Siamo cinque in laboratorio e altrettanti in negozio, noi compresi. Molti nostri collaboratori sono con noi da tanti anni e per questo ci sentiamo una solida squadra.

Scopri la ricetta della brioche Caveja

Scopri la ricetta della Cheesecake a Modio Mio

Scopri la ricetta del Tramezzino dell’Azdora

© Riproduzione Riservata
Related Posts