Meringa, panna e cioccolato: voilà i Merveilleux

In qualunque punto vendita s’incappi, la fila è inevitabile: i Merveilleux sono tra i dessert più richiesti di Francia, Belgio e Stati Uniti

I Merveilleux (Meravigliosi) sono un dolce tipico del Belgio e del Nord della Francia, composti, nella versione più classica, da un doppio strato di meringa, farcita e ricoperta da panna montata e scaglie di cioccolato. Soffice, leggero, gluten-free, esteticamente invitante e disponibile in varie misure, dal pasticcino alla torta, per molti francesi questo dessert rappresenta un viscerale ricordo infantile legato alla famiglia e ai pranzi della domenica.

La loro origine risale al periodo dittatoriale post rivoluzione francese, quando l’alta società torna alla ribalta: i salotti gestiti dalle matrone diventano il punto di aggregazione della nuova eleganza parigina, incarnata dalle Meravigliose (Merveilleuse) e dagli Incredibili (Incroyables). Le meravigliose erano ricche signore sprezzanti della modestia, che ricercavano l’eleganza nello stile classicista. Gli incredibili invece erano giovani dai modi effeminati che avevano come unica finalità la ricerca del piacere. In questo contesto di sfarzose sale da tè, concerti e teatri affondano le radici dei dolci Meravigliosi, che rispecchiano appieno l’estetica del tempo e ne condividono il nome.

Il Pastry Chef francese Frédéric Vaucamps dal 1985 studia e ripensa la ricetta dei Meravigliosi, rendendola più leggera e disponibile in diversi gusti. Dodici anni più tardi apre a Lille il suo primo punto vendita dedicato interamente alla celebrazione di questo tradizionale dessert: Aux Merveilleux de Fred, destinato, da lì a poco a diventare un franchising di successo. Il segreto di Vaucamps, a detta del Pastry Chef stesso, è la consistenza della meringa che, sciogliendosi in bocca, conferisce leggerezza e finezza al dolce nel suo complesso.

A livello di marketing Fred non si fa sfuggire l’occasione di rielaborare il lessico di fine Settecento per battezzare in maniera originale ogni versione delle sue leccornie. I gusti a disposizione sono in tutto sei: l’Incredibile fatto di biscotto alla cannella e cioccolato bianco; l’Impensabile, con panna montata al caffè, e meringa al caffè cristallizzata; L’Eccentrico con panna montata alla ciliegia e meringa alla ciliegia cristallizzata; Il Sans-Coulotte con panna montata al caramello, il Magnifico, ricoperto di mandorle e nocciole e, naturalmente, il Meraviglioso. Oltre all’indiscussa bontà, i Merveilleux de Fred vantano un altro punto di forza: vengono assemblati al momento davanti al cliente.

Con lo sbarco della catena di Vaucamps a New York, i Merveilleux hanno attecchito nel gusto americano tanto da far sì che altre pasticcerie monotematiche aprissero i battenti: la prima ad avere successo è stata Ô Merveilleux, della nativa belga Anne-Sophie Diotallevi, inaugurata nel 2012 nell’Upper East Side di Manhattan. Sulla West Coast invece i pionieri dei Meravigliosi sono stati Audrey e Pascal Achar che, dopo aver assaggiato i Merveilleux de Fred a Parigi, decidono di trasferirsi a Los Angeles e aprire Bo Nuage nel 2014. I coniugi Achar rivisitano la ricetta di Vaucamps e propongono una gamma di pasticcini in 15 diversi gusti. Sempre nella Città degli Angeli nel 2014 apre Le Mervetty, a Beverly Hills, fondato dalla israeliana Etty Benhamou. In Europa per il momento i Meravigliosi spopolano in Francia, Belgio e Inghilterra ma, con buone probabilità, non tarderanno ad arrivare in Italia e Spagna.

 

 

di Marianna Zarini

© Riproduzione Riservata
Related Posts

No Comments

Be the first to start a conversation

Leave a Reply

  • (will not be published)