A lezione di tè freddo

Continuiamo il nostro viaggio scoprendo come si prepara un buon tè freddo: esistono tre modi diversi, lo sapevate?

Godere del sapore del tè anche quando le temperature si alzano si può. Anzi, esistono molte soluzioni gustose per assaporare tè, infusi e tisane anche durante l’estate.

Diverse tearoom propongono la versione fredda delle miscele in menù, oppure studiano una lista apposta per i mesi estivi. La sala da tè Babington’s a Roma ad esempio offre una selezione di miscele da gustare durante l’estate e suggerisce come preparare un buon tè freddo. Tutto inizia dall’acqua, che dev’essere neutra e fresca; successivamente si sceglie un tè in foglia e lo si lascia in infusione, come accade per la normale preparazione, ma è necessario utilizzare una maggiore quantità di tè: circa 15-20 gr per un litro d’acqua. Attenzione a non superare i corretti tempi di infusione, il risultato potrebbe essere troppo amaro e tannico. Infine il tè va conservato in frigorifero dentro a bottiglie chiuse. Una volta preparato, il tè freddo si mantiene fino a 5 giorni, che diventano soltanto 2 se condito. Chi preferisce addolcire il sapore del tè, può scegliere se aggiungere zucchero, miele, sciroppo, frutta fresca, spezie, fiori o latte, ma è importante tenere a mente che lo zucchero bianco ha un sapore più neutro ed è quindi molto adatto alle miscele più delicate, come i tè verdi; al contrario, zucchero di canna, miele e sciroppo d’acero, avendo un gusto deciso, si sposano meglio con i tè neri e Oolong più forti.

Anche i metodi di preparazione del tè freddo sono differenti, variano a seconda della tipologia scelta o del tempo a disposizione. Il metodo classico è quello “a caldo”, e si presta per la preparazione di tè neri come il Ceylon, l’Assam, i Breakfast Tea e gli Oolong. È necessario preparare un tè caldo e lasciarlo raffreddare, per poi metterlo in frigorifero e infine servirlo con cubetti di ghiaccio.

Il metodo “a freddo” è ideale per i tè verdi: si tratta di versare l’acqua fredda direttamente sulle foglie, lasciare in frigorifero per 4-6 ore e filtrare prima di servire con cubetti di ghiaccio. Per rendere l’aroma più dolce, è consigliabile aggiungere zucchero liquido o frutti.

Il metodo più rapido è sicuramente quello “on the rocks”, che, adatto a tutte le tipologie di miscele, prevede di preparare il tè condito a piacere e versarlo in un bicchiere colmo di ghiaccio.

© Riproduzione Riservata
Related Posts