L’arancia in 5 consistenze

Non solo succo. Cinque idee per proporre questo frutto buono e salutare in molti modi innovativi e interessanti

1. Succo d’arancia – Spremuta o centrifugato?

Non c’è modo migliore per iniziare bene la giornata, con un carico di vitamine e nutrienti di cui questo frutto è ricco in piena stagione. Provate diversi tipi di arance per capire quali si abbinano meglio alle proposte che avete in menù: le arance rosse, come Tarocco, Moro e Sanguinella, meno zuccherine e dal colore intenso, oppure quelle a polpa bionda, come le Washington Navel, molto grandi e dolci, o ancora la varietà Ovale, molto succosa e priva di semi, o la più diffusa, la Valencia, con una buona percentuale di succo e un sapore discreto. In alternativa allo spremiagrumi, preparate il vostro succo con la centrifuga o il frullatore, in modo da ottenere un vero e proprio concentrato del frutto.

2. Arancia candita – Scorzette al cioccolato

La frutta candita, in particolare l’arancia, è una specialità fortemente richiesta dagli appassionati e ha tutte le carte in regola per diventare un must molto popolare. È importante dunque partire dalla materia prima più pregiata, al giusto grado di maturazione e lavorarla secondo processi specializzati, senza l’impiego di additivi. Le scorzette d’arancia ricoperte di cioccolato sono tra i frutti canditi più amati perché è vincente il contrasto tra la dolcezza dell’arancia candita e l’amarezza del fondente, la morbidezza del frutto e la croccantezza della copertura. Da proporre anche come idea regalo, in cofanetti trasparenti di tutte le misure, contenenti scorzette d’arancia ricoperte di cioccolato, impreziositi con nastri colorati.

3. Marmellata d’arance – Pane, burro e…

La marmellata d’arance, soprattutto se amara, conquista il palato grazie al contrasto con la dolcezza e freschezza del burro. Presentate nel banco vetrina, su un piccolo vassoio, un esempio del format “pane, burro e marmellata”: tre fette di pane scuro, realizzato con farina di tipo 2, affiancato a un vasetto di confettura d’arance amare e un panetto di burro sotto la piccola cloche di ceramica, affiancato dall’apposito coltello per spalmare. Al cliente che lo richiede, verrà servito il vassoio con pane e burro tagliati espressamente e una ciotolina di marmellata riempita al momento. Potete anche offrire ai clienti la possibilità di acquistare la stessa marmellata proponendola confezionata in vasetti brandizzati, per autoconsumo o da regalo.

4. Al gusto di… – Macaron all’arancia

Un piccolo capolavoro dell’arte dolciaria francese, che vanta i suoi fan anche in Italia, in particolare tra i giovani. Il macaron con ganache all’arancia è molto apprezzato per il gusto “frizzante” dell’agrume e il colore aranciato, ottenuto aggiungendo un pizzico di colorante rosso e giallo nei gusci di meringhe. La via più semplice è quella di farcirli con marmellata d’arance, oppure con una ganache di cioccolato bianco o fondente aromatizzata con pasta d’arancia, in alternativa scorza grattuggiata o liquore all’arancia. Per promuovere la vendita del macaron proponetene l’assaggio, a un prezzo contenuto, abbinato al caffè o alla spremuta d’arancia. Scegliete i macaron per allestire la vetrina e proponete confezioni di tutte le taglie e per tutti i tipi di portafoglio.

5. L’insalata sull’albero – Insalata con le arance

L’insalata è un piatto ideale da consumare anche in inverno, soprattutto se viene realizzata con ingredienti di stagione: largo, dunque, all’uso delle arance e degli agrumi in generale. Al di là del mitico abbinamento arance-finocchi, tipico della cucina siciliana, è possibile sbizzarrirsi con l’accostamento di arance e frutta secca, in particolare, noci, mandorle e pinoli, ma anche castagne, melagrana o frutti più esotici come avocado e mango. Se non interessa rimanere in campo vegetariano, sono perfetti gli abbinamenti con il pollo grigliato, il pesce spada o il salmone affumicati. Molto importante, nel caso di un’insalata d’arance, è pelarle al vivo e realizzare una vinaigrette adatta per il condimento. Preparatela con succo filtrato d’arancia, aceto di lamponi, sale pepe e olio d’oliva inserito in emulsione.

© Riproduzione Riservata
Related Posts