Firenze: 5 gelati all’altezza della città

Quanto c’è di più abbondante in quella meravigliosa città che è Firenze?

Primo posto proprio alle sue meraviglie: basiliche, affreschi, sculture, botteghe, quasi l’intera città, oseremmo dire. Il gradino appena più in basso dovrebbe essere garantito invece alla direttamente proporzionale categoria dei ‘turisti’, dal momento in cui non esiste angolo del centro storico in cui, almeno per caso, qualche straniero visitatore si sia incantato in ammirazione con il naso all’insù. Ultimo – ma non ultimo ovviamente – è tutto ciò che riguarda l’universo cibo, e, garantito, le gelaterie sono tra le attività più diffuse. Qualche suggerimento quindi per una meravigliosa degustazione di gelato che sia degna della sua città.

 

Gelateria Il Sorriso

Gelato ipercremoso, cialde freschissime e porzioni molto abbondanti: questo il magnifico connubio che si incontra alla Gelateria Il Sorriso, situata nella Firenze est più lontana dal centro storico. A breve il ventesimo compleanno, ai festeggiamenti la proprietaria Beatrice Viti e tutti i numerosi estimatori di questo gelato così volutamente buono e genuino. Tra le specialità della casa sono i gusti più classici, a fare gola al palato invece i particolari Crema Sfoglia alla Fragola e Ricottella.

Via Erbosa, 70 – Firenze

 

Gelateria Dei Neri

Tale via tale gelateria, un ottimo modo per ricordarsi della sua localizzazione nonostante le miriadi di scorci meravigliosi che come quello di Via dei Neri accompagnano, turisti e non, verso l’imponente Basilica di Santa Croce. Incredibili gusti che si destreggiano tra accostamenti riuscitissimi, tipo il Caramello al burro salato e il Cioccolato Messicano con pistacchio e peperoncino. Gorgonzola e noci assolutamente da provare, il gusto alla Rosa per una grande conferma di sapore e di delicatezza.

Via dei Neri, 9/11R – Firenze

 

Gelateria Caffetteria Pasticceria Badiani

Badiani il nome del locale, Buontalenti per capirsi meglio tra i buon intenditori del gelato fiorentino. Risale al 1979 infatti il riconoscimento secondo cui questa gelateria si aggiudicò il premio “Buontalenti”, in onore della riuscitissima leccornia a base di panna e crema, miele e un tocco di vino. La tradizione vuole infatti riconoscere al noto architetto della casata medicea Bernardo Buontalenti l’intuizione del gelato, poiché pare egli sia stato il primo a sperimentare il congelamento della crema a base di uova e latte. Inutile aggiungere che qui la fila la si fa per fare un tuffo in quel passato che ha reso Firenze una delle mete più ambite per gli estimatori del classico dessert italiano.

Viale dei Mille, 20R – Firenze

 

Gelateria De’ Medici

Nota di merito agli incredibili e innumerevoli semifreddi dal tocco raffinato che adornano le proposte di questa gelateria situata alle spalle della Fortezza da Basso. Giusto per dirvene alcuni: Mousse ai marron glaces, Passione di cioccolato alle spezie con lo yogurt allo zenzero, Aroma del cuneese al rum. Ma il gelato non è da meno e pretende di essere ricordato, specialmente per Mandorle e fichi, la Crema della casa, quella De’ Medici, infine il Cioccolato fondente, chiamato anche il Moro, per chi di questa gelateria è più di casa.

Via dello Statuto 3/5R – Firenze

 

Gelateria La Carraia

Quando è il contesto a valere tantissimo e quando ci si mette anche il gelato a rendere quello scorcio del Lungarno ancora più incantevole. La Carraia come il ponte sul quale la gelateria si affaccia, che collega la Firenze monumentale a quell’Oltrarno così caratteristico. Gusti piuttosto liffi a coronare il tutto, non manca quello alle Arachidi salate, quello al Frollino al limone, Cheescake e in ultimo un’incredibile gusto Crostata ai frutti di bosco. Tutti da provare comodamente appoggiati al cornicione e con lo sguardo verso Ponte Vecchio e i colli che sfiorano la città.

Piazza Nazario Sauro 25/R

 

© Riproduzione Riservata
Related Posts