Una dolce battaglia: macaron vs cupcake

Macaron e cucpcake. Due dolci che abbiamo ereditato da altre culture ma che sono entrati a far parte della nostra arte pasticciera. Entrati in punta di piedi nelle vetrine delle pasticcerie, hanno spopolato diventando tendenza. E i maestri di casa nostra hanno saputo trasformarli e adattarli ai gusti di casa nostra, per farli diventare delle vere e proprie specialità.

Sul numero di dicembre di Dolcesalato dedichiamo un intero speciale alla dolce battaglia tra cucpcake e macaron. Qui vi proponiamo uno stralcio del “processo” che vede i due dolci su un ipotetico banco degli imputati. Chi vincerà la sfida?

Il più raffinato?

M (macaron). Certamente il macaron. Più piccolo, caratterizzato da colori pastello, disposto in file o a piramide, crea meravigliosi effetti cromatici. In eleganti confezioni i macaron si prestano ad essere condivisi, in famiglia, con gli amici o con l’anima gemella. Tutti uguali dai sapori diversi: questo l’effetto vincente del macaron, che in questo senso si avvicina più all’idea di una confezione di praline moderne.

C (cupcake). Sicuramente il macaron è molto raffinato. Non bisogna dimenticare però che i cupcake, in particolare i mini-cupcake, si prestano a deliziose varianti sia nell’impasto che nelle farciture e che all’estero sono spesso protagonisti di rinfreschi di cerimonie formali come matrimoni.

Il più adatto per i giovani?  

M. Il macaron attrae molto la fascia di clienti tra i 15 e i 20 anni. Inoltre alcuni bambini impazziscono per i macaron più colorati.

C. Se la palma della raffinatezza va ai macaron, quella dell’appeal per i giovani va sicuramente ai cupcake. Sono talmente di moda da avere le loro trasmissioni TV, siti Internet, blog… e sono usati in tutto il mondo per riprodurre i personaggi preferiti dai bambini, dagli eroi dei disegni animati a quelli delle fiabe. Personalmente ho fatto moltissimi corsi di decorazione di cupcake con i bambini: l’entusiasmo che dimostrano è indescrivibile, e spesso ai laboratori che li producono vengono chiesti cupcake a tema per party di giovani e bambini.

Il più creativo/innovativo?   

M. Entrambi danno libero sfogo alla fantasia ma, in particolare, se pensiamo al macaron, nulla è  vietato: massima libertà di proporre colori, sfumature di colori, decori, e abbinamenti di gusti e sapori  all’interno della farcitura.

C. Il macaron, per definizione, contiene albume d’uovo, farina di mandorle e zucchero a velo. La varietà dei sapori, estesissima, è comunque vincolata alla presenza di questi ingredienti. I cupcake, invece, oltre che in infiniti sapori e colori, si possono realizzare senza uova, senza zucchero, senza frutta secca… mantenendo un sapore delizioso e tutte le caratteristiche del dolce. Ci sono per esempio pasticcerie vegan (stile di alimentazione in cui non vengono usate uova o latticini) specializzate nei cupcake. Inoltre le possibilità decorative dei cupcake sono infinite e vengono persino usati per creare composizioni tematiche, come mazzi di fiori commestibili o riproduzioni di quadri.

Il più calorico?   

M. Si direbbe il macaron, ma in realtà se si guarda al singolo pezzo, il macaron è più piccolo del cupcake, cui si aggiunge la decorazione in pasta di zucchero, o ghiaccia, o crema al burro, che lo rende decisamente più calorico.

C. Dipende tutto dall’impasto e dalla decorazione. Ci sono diverse ricette di cupcake, alla frutta, alla carota, al miele, al cacao, che sono ottimi in versione “light” e, a parità di peso, hanno significativamente meno calorie dei macaron.

L’ideale per le feste?    

M. Il macaron è un prodotto di per sè elegante, mentre il cupcake lo può diventare grazie alla  decorazione. Di certo il primo è più raffinato, perché di peso inferiore, da mangiare in un sol boccone, anche in  piedi. Il classico cupcake, invece, è più impegnativo da mangiare per via del formato, quindi si presta meglio ad occasioni più informali, colazioni o merende.

C. Mi è capitato di vedere interi rinfreschi in piedi organizzati su cupcake, dolci e salati. Il formato varia a seconda delle esigenze del cliente e ci sono anche i mini cupcake che si mangiano in un boccone. I cupcake sono anche un elemento fondamentale delle “sweet table”, rinfreschi eleganti basati sui dolci per feste e ricorrenze, sempre più di moda anche in Italia.

Chi è il più femminile?

 M. Sono entrambi femminili, ma il macaron è acquistato in particolare dagli uomini per essere regalato.

C. Principalmente femminile. I cupcake floreali, con la ghiaccia, dipinti ed eleganti, si rivolgono soprattutto alle donne. I cupcake buffi e divertenti, però, si rivolgono al pubblico dei ragazzi e dei bambini, a prescindere dal genere. C’è poi tutta una serie di cupcake, da quelli sportivi a quelli romantici, pensati per gli uomini come destinatari o come acquirenti.

Il più divertente? 

M. Il  macaron può essere finito con piccole e buffe decorazioni di zucchero o calcomanie divertenti.

C. Le possibilità di decorazione dei cupcake sono infinite: dai soggetti in pasta di zucchero, di fantasia o ispirati a fiabe o disegni animati, alle decorazioni dipinte, ai decori in ghiaccia, ai fiori di zucchero o commestibili… si possono anche creare composizioni di cupcake che raccontano una storia o formano un disegno. Il fattore divertimento è talmente forte che sono il soggetto più usato nei corsi per bambini.

Costo/resa?

M. Il macaron. 1,60/2,00 euro per 15 g contro 3,50/4,00 per 70 g. Nettamente più vantaggioso il macaron in tema costi/ricavi per il pasticciere.

C. Dato il minor costo dei materiali e la minore difficoltà realizzativa, il cupcake ha un rapporto costo/resa più favorevole per l’utente finale. Un singolo cupcake può essere, se realizzato a regola d’arte, un delizioso dessert, o anche una merenda o una colazione.

Il più difficile da preparare in laboratorio e a casa?

M. Il macaron tecnicamente è più difficile ed elaborato.

C. Il macaron è un dolce di grande tecnicità, che difficilmente gli amatori possono realizzare con buoni risultati. Il cupcake, d’altra parte, può essere realizzato sia in forma professionale e raffinata, in pasticceria, sia in versione casalinga, comunque gradevole al palato.

Qual è il più italiano?  

M. Il macaron è molto associato alla cultura francese da parte del pubblico italiano, mentre il cupcake alla tradizione anglosassone. Di certo il cupcake ricorda più il muffin, quindi il classico plum cake, che nell’immaginario collettivo è più legato alla tradizione italiana. Di contro il macaron è diffuso in Italia da più anni rispetto al cupcake.

C. Il macaron è presente sul nostro mercato da più tempo, ma il cupcake si può realizzare con impasti e creme italiane al 100%. Persino le decorazioni in pasta di zucchero, spesso associate al mondo anglosassone, sono presenti da secoli nella storia Italiana, che vede tra le sue opere storiche di pasticceria meravigliose sculture di zucchero per deliziare gli ospiti. Non dobbiamo inoltre dimenticare che il cupcake si può creare non solo con gli impasti tradizionali italiani, ma persino con quelli regionali. I cupcake si trasformano così in un prodotto completamente calato nel territorio, ma con l’appeal del cake design che lo rende più curioso e interessante per il grande pubblico e per i più giovani.

Volete sapere chi ha vinto? Sfogliate Dolcesalato di dicembre!

© Riproduzione Riservata
Related Posts