Il futuro? Macché showcooking, ma…

Sempre aperti dalla mattina alla sera, dalla colazione alla cena. Offrono prodotti di qualità, sono quei locali che non sono più solo panifici o pasticcerie. Sono la vera ristorazione di successo. Un esempio? “La casa del pane”  gestito dalla famiglia Fugazza a Mantova. Lo showcooking ha stancato; lo chef mediatico, che abbandona sempre più la cucina per frequentare gli studi televisivi, è sempre più noioso; il cuoco con la giacca pulita, che assomiglia sempre più a un attore di serie B, è un’immagine vista e rivista. Lo chef alla “Masterchef” diventerà presto la vittima di comici che hanno già coperto di ridicolo il sommelier, che esasperava con termini roboanti la degustazione di un buon bicchiere di vino. Il mondo della cucina, quella vissuta quotidianamente, non corrisponde a quello televisivo. Chi fa vera ristorazione deve ogni giorno scontrarsi con un mercato difficile, in continua evoluzione. E allora chi è consapevole, come Maria Teresa, Luigi e Mauro Fugazza, di fare ottimi prodotti, può permettersi di allargare il mercato, proponendo un’ottima ristorazione (tutti piatti fatti al momento  da Mauro e ve lo posso assicurare!). Durante il Festival della Letteratura di Mantova in una sola giornata Mauro ha servito ben 700 piatti. Una buona occasione per unire cucina e cultura! Altro che showcooking! Questa è la vera avanguardia, la strada da intraprendere se vuoi raggiungere il successo, anche economico. Maria Teresa, Luigi e Mauro sono una famiglia che, con la loro maestria e passione, sanno comunicare con il cliente, facendogli anche recuperare la tradizione gastronomica popolare, spesso legata al territorio. Forse dovremmo occuparci di più di chi sta nelle cucine e meno di chi frequenta i salotti televisivi. Chi cucina maneggia la padella, non le luci e i microfoni.

di Monica Viani

© Riproduzione Riservata
Related Posts