Sigep Bread Cup

Gli Stati Uniti si aggiudicano la quinta edizione della campionato di panificazione davanti a Italia e Australia.

Quest’anno sono state dieci le nazionali che si sono presentate all’ormai consolidato appuntamento con la Sigep Bread Cup, il campionato internazionale organizzato da Club Arti e Mestieri e Sigep dedicato al mondo della panificazione. Ad aggiudicarsi la quinta edizione è stata la squadra statunitense, composta da Harry Peemoeller, David De Cesare, Michael Rhoads e John Tredgold,  che è salita sul gradino più alto del podio davanti a Italia e Australia, rispettivamente seconda e terza classificata. A confermare l’importanza di questo appuntamento la presenza di squadre provenienti da molto lontano come Stati Uniti e Austrialia, appunto, ma anche Israele, presente fin dalla prima edizione, ma quest’anno con un nuovo team e poi ancora Francia, Portogallo, Germania, Slovenia, Gran Bretagna e il team tutto al femminile della Russia. Come di consueto le squadre dovevano preparare diversi prodotti che venivano poi assaggiati a giudicati da una giuria tecnica, formata da panificatori e giornalisti del settore, e una giuria popolare composta dal pubblico di visitatori. Le categorie erano: pane tradizionale, pane salutistico (novità di questa edizione), dolce da forno e pane artistico, che quest’anno verteva sul tema della sostenibilità ambientale.

Gli Stati Uniti, oltre al titolo, si sono contraddistinti per il miglior pane tradizionale con una ricetta di pane alle noci. Il miglior pane salutistico è stato quello dell’Australia, che ha presentato il pane al chia soia verde e selenio, mentre il dolce da forno migliore è stato quello della squadra italiana con la sfogliatella napoletana. La Germania si è contraddistinta nell’artistico, mentre lo speciale premio produzione è stato conferito alla Gran Bretagna.

Altre curiosità: Durante tutta la manifestazione la squadra ungherese, vincitrice della passata edizione e quindi da regolamento fuori concorso quest’anno, era presente con i suoi prodotti caratteristici, ambientazioni tradizionali e ha allietato i presenti anche con momenti di intrattenimento musicale, in più ha contribuito alla raccolta fondi per un progetto di formazione in Kenya attraverso la vendita di prodotti tipici ungheresi.

Alle premiazioni è intervenuto il tedesco Peter Becker, presidente della UIB (Unione Internazionale dei Panificatori), a definitivo suggello dell’internazionalità raggiunta dalla Sigep Bread Cup.

Anna Celenta – febbraio 2011

il podio della V Sigep Bread Cup

il team Usa vincitore della Sigep Bread Cup 2011

© Riproduzione Riservata
Related Posts