Arriva il wedding cake show

Cristian Bonfiglioli, contitolare della pasticceria Regina di Quadri di Bologna, insieme a Francesco Elmi, ci parla di un modo nuovo e trendy di presentare la torta nuziale

Se credete che nella società dell’opulenza neanche la torta di un matrimonio possa più stupire, o sia troppo scontata, non temete. Potete proporre ai vostri clienti il Wedding cake show: la torta non arriva trotterellante, passando a fatica tra le porte, dopo gli scongiuri dei camerieri estratti a sorte – ma la si realizza direttamente in sala, tra gli invitati. Dal nulla, la torta si crea sotto gli occhi stupefatti degli ospiti che mai avrebbero potuto immaginare quanta meraviglia si cela dentro la pasticceria. Allora vi accorgerete che, dopo gli sposi, i protagonisti siete voi: i pasticcieri. Ma attenzione, tale pratica non è da tutti, i movimenti devono essere composti, i gesti precisi e puliti. Lo confermano Cristian Bonfiglioli (nella foto) e Francesco Elmi: «C’è bisogno di una squadra perfetta e sicura di sè, ma soprattutto di professionisti che hanno deciso di esporsi in prima persona, di mettere in gioco la loro faccia nel rapporto con il pubblico». «Il Wedding cake show – spiega Cristian – dà una doppia soddisfazione: agli sposi e a noi. I primi si sentono orgogliosi di avere due-tre professionisti che lavorano esclusivamente per la loro festa, e sono contenti che gli invitati trovino l’iniziativa assolutamente affascinante e interessante. Del resto, per noi pasticcieri le cerimonie rappresentano una grande vetrina: entriamo in contatto diretto con centinaia di persone che si ricorderanno e parleranno di noi». Come funziona? «Di solito siamo defilati – dice Cristian – ma ben visibili all’interno della sala. Arriviamo con tutto il nostro materiale perfettamente imballato: polistirolo avvolto nella pellicola, pan di Spagna pretagliato, creme leggere e bagne. Di solito montiamo torte farcite all’americana, ricoperte di pasta da modellaggio bianca e decorate con ghiaccia, fiori e fili di zucchero che realizziamo all’inizio della cerimonia, durante l’aperitivo.

© Riproduzione Riservata
Related Posts