Pierluigi e Simone Gardellin: il #curioso e l’#estroso

I fratelli Gardellin, Pierluigi, più riflessivo e Simone più creativo, lavorano con passione nella pasticceria di famiglia con l’intento di conquistare riconoscimenti eccellenti, in primis dalla loro clientela

CHI? Pierluigi e Simone Gardellin

LUOGHI DI LAVORO: rappresentano la quarta generazione al timone della storica pasticceria Gardellin, fondata dal bisnonno a Curtarolo nel 1928. Oggi perseguono la qualità artigianale totale, insieme alla mamma Gianna e a Katia, moglie di Simone.

DOLCE ICONA: Il nostro prodotto simbolo della tradizione sono i croccantini a base di arachidi che facciamo dal 1928. Del resto cerchiamo di fare una pasticceria contemporanea, giovane, attuale. La millefoglie è il dolce che va per la maggior, ma cerchiamo di attualizzarlo.

Perché questo mestiere?
Perché ci piace e ci dà molte soddisfazioni. I complimenti che ci arrivano dai clienti e dai colleghi, ma i riconoscimenti dalla stampa e dagli esperti del settore sono le nostre più grandi conquiste.

Obiettivo?
Essere apprezzati come pasticcera e come pasticceri. Far tornare i clienti, all’infinito.

Il vostro rapporto con la farina?
È fondamentale in tutta la pasticceria e in particolare nei lievitati. Per questo è importante conoscerle e fondo per saper gestire gli eventuali problemi di ogni produzione. Siamo molto attratti dalle farine speciali: Grano Franto e Panmuesli.

Quanto pesa il vostro know how?
Negli ultimi anni ci siamo evoluti tantissimo, ma abbiamo ancora tanto da imparare. Frequentiamo corsi su prodotti alternativi e senza glutine, mignon e dolci da viaggio.

 

Scopri qui la ricetta della spirale di piacere

Related Posts